I funzionari del Sichuan continuano a promuovere il rapporto tra le miniere di Bitcoin e l’energia idroelettrica

La provincia del Sichuan è ben nota per essere una delle più grandi concentrazioni di minatori bitcoin sulla terra perché i costi elettrici sono estremamente bassi nella regione. I dati mostrano che i minatori che utilizzano l’energia idroelettrica nel Sichuan pagano tra 0,065-0,075 yuan o 0,01 dollari per chilowattora. Secondo i rapporti regionali, un certo numero di imprese che estraggono bitcoin sono state approvate per sfruttare il consumo di energia idroelettrica nella provincia.

Lo scorso aprile, news.Bitcoin.com ha riferito

Lo scorso aprile, news.Bitcoin.com ha riferito sul governo locale della città di Ya’an, nella provincia cinese del Sichuan, rivelando che voleva che i minatori Bitcoin Era sfruttassero l’elettricità a basso costo offerta dalle ricche risorse idroelettriche della regione.

L’incoraggiamento del governo era in netto contrasto con l’opinione dei legislatori del Sichuan sull’attività mineraria nel 2018. Tuttavia, i governi del Sichuan sembrano voler creare un programma di approvazione, dato che la rete statale cinese si è lamentata dell’uso eccessivo di energia elettrica nel Paese.

Il 14 agosto, il giornalista finanziario cinese, Vincent He, ha dettagliato che i minatori che non sono approvati dai governi locali ma ottengono l’alimentazione diretta delle centrali idroelettriche „saranno soggetti a restrizioni“.

Inoltre, grazie alle temperature estremamente calde di questa stagione nel Sichuan, il consumo di energia elettrica ha raggiunto il suo picco e diverse aziende agricole sono state chiuse dai governi locali.

Lo stesso giorno stesso in cui sono usciti i rapporti che minacciavano i minatori di bitcoin non approvati di ottenere un’alimentazione elettrica diretta delle centrali idroelettriche, un piccolo lotto di imprese approvate ha avuto il via libera.

Teng fa notare che queste imprese sono

Lylian Teng riferisce che la provincia cinese del Sichuan ha

„recentemente rivelato il secondo lotto di imprese di dimostrazione per il consumo di energia idroelettrica“.

Teng fa notare che queste imprese sono registrate sotto il nome di blockchain, ma in realtà si tratta semplicemente di aziende minerarie bitcoin che operano nel Sichuan. Fa anche notare che il secondo lotto di minatori approvati segue il primo lotto approvato dal governo locale della città di Ya’an.

Teng dice che i minatori del Sichuan pagano tariffe elettriche molto più economiche rispetto alla media mondiale. Teng insiste che i minatori cinesi nel Sichuan durante la stagione umida ricevono 0,065-0,075 yuan o 0,01 dollari per chilowattora.

Ha precisato che la recente approvazione del governo del Sichuan mira a sostenere „lo sviluppo economico locale attraverso l’uso conforme dell’energia idroelettrica“.

Il rapporto locale conclude dicendo che il Sichuan cattura circa 30 miliardi di kilowatt all’anno. La zona del Sichuan con l’approvazione del governo potrebbe consumare circa un sesto dei 30 miliardi di kilowatt complessivi.

„Questa cifra dovrebbe raddoppiare l’anno prossimo con il progredire della conformità“, ha ammesso Teng.